Strategia Aree Interne Valnerina

stampa

Il contesto, i valori, il patrimonio comune:               istantanea dell’Area Valnerina


14 comuni, poco meno di 20.000 Ab; il 54% dei comuni classificati “intermedi” mentre il 46% sono

considerati “periferici”, secondo il modello di classificazione territoriale.

Imponente è la presenza del patrimonio naturalistico. Solo qualche esempio, in questa sede,

rimandando ad altre e più cospicue rappresentazioni (per es. dossier di presentazione 2014): le due

piane più famose: Piane di Castelluccio e Piana di Santa Scolastica, dominate dal Monte Vettore, con

una elevata ricchezza di biodiversità, inserite nel contesto del Parco Nazionale dei Monti Sibillini; le

Valli del Nera, del Vigi e del Corno, con i suoi borghi fortificati, e paesaggi naturali di alto pregio. Il

patrimonio montuoso a ridosso dei tre più importanti corsi d’acqua che connotano il contesto vallivo,

di altissimo valore ambientale, quanto a scenario estetico naturale e presenza di biodiversità boschiva e

faunistica. Nel complesso, nei 14 comuni dell’Area, sono presenti oltre 56 mila ettari di superficie

boschiva. Menzione a parte merita la Cascata delle Marmore, Papigno-Arrone, vero fiore all’occhiello di

tutta la Valnerina...

Segue

 

Documenti Elaborati:

Bozza strategia Area Interna Valnerina

170918.002 Proposta Del. C. Comunale Convenzione Aree Interne

170918.003 Schema di Convenzione Aree mInterne